IL DAVE

GIORNATA FAI D'AUTUNNO - TORRE HADID
Domenica 15 ottobre 2017 si è svolta la giornata FAI d’Autunno e tra tutti i vari siti aperti a Milano abbiamo scelto di visitare per voi la torre Hadid, secondo grattacielo costruito all’interno del progetto CityLife. Già avvicinandoci alla torre si respirava una certa quale aria di festa, tantissime persone in coda per poter visitare questo bellissimo grattacielo, ma talmente tante che le code di attesa sono durate anche quattro ore e mezza, a testimonianza del grande interesse che sia le giornate FAI che il progetto di CityLife risvegliano nelle persone. Con una sospensione degli ingressi a metà giornata per poter permettere a tutti visitatori di accedere al 19º piano del grattacielo, la manifestazione si può decisamente definire un grande successo di pubblico, e noi di DesignTellers non potevamo certo perdere questo appuntamento con la visita a questo interessantissimo progetto.

Si accede dalla grande scalinata esterna che porta alla base della torre e si prosegue attraverso l’ingresso che è ancora in fase di lavorazione ma che già presenta dei dettagli progettuali molto particolari. Il blocco degli ascensori è in cemento armato e situato al centro del grattacielo e con una salita di appena due minuti siamo arrivati subito a destinazione. La prima impressione arrivando al 19º piano è quella di una grande luminosità e di uno spazio molto aperto, l’allestimento è quasi tutto completo, eccezione fatta per gli arredi e per le divisioni interne. Naturalmente la vista è mozzafiato e il primo particolare che si distingue perfettamente è la lunga coda delle persone che ancora attendono di salire, come piccole formiche disposte in maniera ordinata. La visuale, non perfetta in una giornata abbastanza fosca, è comunque di grandissimo respiro, si imbatte immediatamente nella torre Isozaki che troneggia di fronte alle finestre e a tutta quella parte del cantiere di CityLife che è ancora in lavorazione. Tutta Milano si apre davanti agli occhi dei visitatori, si distinguono nettamente I grattacieli della zona Garibaldi, lo spazio del portello, il velodromo Vigorelli, persino la nuova fiera di Rho.


Ma se la veduta esterna sulla città circostante è di grandissimo interesse, nondimeno è l’allestimento interno progettato dallo studio Hadid. La campionatura del piano presenta già i controsoffitti definitivi che sono lineari e con un’illuminazione integrata studiata apposta per questo progetto,  le soluzioni tecniche sono molteplici, a partire dalla camera d’aria che separa le vetrate interne da quelle esterne, per continuare ai vetri speciali con una retinatura particolare per permettere un maggiore comfort nelle superfici orientate verso sud, per finire ai dettagli più squisitamente stilistici che riguardano maniglie e sagomatura delle porte interne. 
La visita è durata più di mezz’ora ed è stata decisamente interessante anche perché illustrata da una guida FAI molto preparata e molto disponibile; questo è stato senza dubbio un evento culturale che ha richiamato moltissimo pubblico e ha destato moltissimo interesse, così come sempre nella tradizione degli eventi FAI.