GIULY

Sono nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata nel 2015 in Interior Design presso il Politecnico di Milano, dove ho potuto studiare con diversi progettisti importanti come Michele De Lucchi, Andrea Branzi, Franco Origoni e Beppe Finessi. Ad oggi lavoro e collaboro con diversi studi, tra cui Studio Albini Associati e My-Home Luca Medici Designer.
Come “Design Teller” mi occupo di concept, ispirazioni e contaminazioni tra arte, design ed architettura secondo un fil rouge di pensieri e collegamenti contemporanei e mai ovvi, perché non c’è mai limite all’immaginazione.


design concept

   
Pioggia/Rain

“C'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo”
cit. Fabrizio De André

design concept

   
Ombrello/Umbrella

“Diluvio o quattro gocce, è possibile che tutto cominci per merito di un ombrello”
cit. Dino Basili


fall design week

   
Il salto dal salone satellite al mercato de La Rinascente

Il sogno per qualsiasi designer si è avverato anche quest’anno per 9 giovani talenti, scelti per i loro prodotti presentati al SaloneSatellite 2017 - curato da Marva Griffin Wilshire - per essere esposti e venduti insieme a tutte le icone del design internazionale nel Design Supermarket della Rinascente di Milano. Continua…


design concept

 
Palloncini/Balloons

“Quanti palloncini ci vogliono per far volare un sogno?”
cit. Up, Disney Pixar


design concept

   
Color block

“The rhythm of relations of color and size makes the absolute appear
in the relativity of time and space”
cit. Piet Mondrian


design concept

   
Wireframe

“A line is a dot that went for a walk”
cit. Paul Klee


design concept

     
Recinti/Fences

“Povera cosa vagabonda e sola
quest'anima mia che Ti tradisce
entro stretti recinti
mentre spazio infinito è generato
dal Tuo unico seno.”
cit. Alda Merini


design concept

 
Confini/Borders

“There are no clear borders, only merging invisible to the sight.”
cit. Dejan Stojanovic


design concept


Mappe/Maps

“Maps are now symbolic abstractions, not pictures,
but to be affective must still evoke appearances…” cit. Rees